Chi Siamo?

L’associazione Socio Cinema è stata fondata nel 2009 all’interno della Facoltà di Sociologia di Trento da: Razi Mohebi, Soheila Mohebi, Maria Rosa Mura, Gabriele Borghi  e Beatrice Segolini. Negli anni Socio Cinema ha continuato a crescere ed attualmente annovera tra i suoi soci altre 3 persone: Alex Scarpa, Claudia Neri, Cecilia Muscatella.

Lo scopo dell’associazione è quello di coniugare gli strumenti del cinema digitale con la volontà di raccontare la realtà sociale, cercando di mostrare ciò che spesso resta invisibile; sostituire alla fredda noncuranza una rete di storie e racconti personali; scambiare l’intolleranza e l’ignoranza con l’incontro e il mutuo  aiuto. Il cinema è uno strumento dalle grandi potenzialità perché porta la mente e il cuore verso orizzonti mai esplorati, offre la possibilità di guardare la realtà con altri occhi e di lasciar entrare gli altri dentro di sé.

“Il cinema, questa magica penna in mano ad ogni osservatore, è uno strumento dalle grandi potenzialità: per chi lo ammira, perché porta la mente e il cuore verso orizzonti mai esplorati; per chi lo realizza, perché offre la possibilità di guardare con altri occhi la realtà e di lasciar entrare gli altri dentro di sè. La scelta di portare lo sguardo negli angoli più bui della nostra società, tentando di mostrare ciò che spesso è invisibile, è per noi l’occasione per crescere insieme come cittadinanza. Sostituire alla fredda noncuranza una rete di storie e racconti personali; scambiare l’intolleranza e l’ignoranza con l’incontro e il mutuo aiuto: questo è il capitale sociale che come società civile abbiamo il dovere di sviluppare. Il cinema, insomma, riappacifica oggettivo e soggettivo; noi, in particolare, abbiamo la possibilità di intrecciare l’umanità delle piccole storie con la poesia e la sociologia.”


 

Curriculum di Razi e Soheila Mohebi:

 

Qui di seguito riportiamo i curriculum cinematografici dei registi Razi e Soheila Mohebi.

Razi MohebiRazi Mohebi-2

 

Nato a Ganzi il 1 gennaio 1970, Razi Mohebi appartiene all’etnia hazara, che da

sempre, nella storia dell’Afghanistan, ha subito persecuzioni e massacri.

Fuggito in Pakistan, ha vissuto da rifugiato fino ad arrivare in Iran, dove si è iscritto

ad una scuola coranica per avere la possibilità di studiare. In seguito, grazie alla sua

abilità nella pittura, è stato ammesso all’Università di cinema di Tehran.

In Iran ha conosciuto la moglie Soheila Javaheri, collaborando ad iniziative orientate

a dare sostegno e istruzione ai bambini afghani clandestini.

Dopo la caduta del regime talebano, nel 2001, è tornato in Afghanistan dove ha

collaborato alla fondazione della “Kabul film” e ha partecipato in qualità d’attore alla

realizzazione della pellicola “Alle cinque della sera”, premiato nel 2003 dalla giuria al Festival di

Cannes. In questo stesso periodo è stato co-regista dell’opera “Osama”. La prima scena del film mostra centinaia di donne che sfilano rivendicando apertamente il lavoro e i più

elementari diritti umani. Per questa pellicola Razi è stato minacciato, rapito e lasciato in

fin di vita alla periferia di Kabul.

Il regista, tuttavia, non ha voluto rinunciare alla sua attività e ha fondato la Razi

Film House, per la quale ha diretto documentari e cortometraggi come “Kite”,

condannato dai Talebani e selezionato per i festival di Locarno e Berlino.

Nell’estate del 2007, durante la realizzazione di un film documentario sull’uccisione

di tre giornaliste, è invitato in Italia come ospite del Religion Today Filmfestival.

In quei giorni la Razi Film House è stata chiusa e tornare in Afghanistan è diventato

troppo pericoloso.

Oggi Razi Mohebi e la moglie Soheila vivono a Trento nella condizione di rifugiati

politici.

 

Premi e riconoscimenti:

2016

-Premio Mutti-Amm in veste di produttore

2015

-Proiezione di “Cittadini del Nulla” alla 72esima Mostra del Cinema di Venezia,

nell’ambito del Premio Città di Venezia.

-Proiezione di “Cittadini del Nulla” alla Cineteca di Bologna all’interno del festival

Visioni Italiane.

2014

-Premio Mutti-AMM per la miglior sceneggiatura per “Cittadini del Nulla” consegnato

alla 71esima Mostra del Cinema di Venezia.

-Premio per il miglior documentario a “Afghanistan 2014: Dettaglio” al Festival

Internazionale di Kazan (Russia).

-Premio per il miglior documentario a “Afghanistan 2014: Dettaglio” al Festival

Internazionale di documentari sull’Afghanistan a Stoccolma.

“Afghanistan 2014: Dettaglio” selezionato per il Lampedusa Film Festival.

2012

“Afghanistan 2014: Campo Lungo” selezionato per il Film Festival Internazionale di

Tehran (Iran).

2010

-Proiezione di “Gridami” alla 67esima Mostra del Cinema di Venezia, nell’ambito del

Premio Città di Venezia.

2009

-Proiezione di “Reame del Nulla” alla 66esima Mostra del Cinema di Venezia,

nell’ambito del Premio Città di Venezia.

2001-2008

-Selezione ufficiale per il cortometraggio “Aquilone” a vari film festival: Locarno,

Berlino, Pusan, Nantes.

2005

-Sceneggiatura del lungometraggio “The Bracelet Seller” selezionata nell’ambito del

Festival Internazionale dei tre continenti a Nantes, per realizzare una coproduzione

con la Francia.

2004

-Aiuto regista nel film “Osama” di Siddiq Barmak vincitore del Golden Globe come

miglior film straniero.

2003

-Protagonista del film “Alle cinque della sera” di Samira Makhmalbaf, miglior film

secondo la giuria del Festival di Cannes.

 

Curriculum e filmografia

 

Esperienze in Italia :

2016

-Realizzazione cortometraggio “Citizen of the world” nell’ambito del progetto europeo “Global School” organizzato dalla Provincia Autonoma di Trento.

-Collabora alla ragia di “Jungle Light” documentario sui rifugiati a Calais, Francia.

-Scrive racconto breve “La giungla non è giungla” pubblicato all’interno della rivista “Lo Straniero”.

-Insegnante di regia nel workshop “Un altro sguardo” organizzato da Sociocinema in collaborazione con il Gioco degli Specchi e Associazione 46° parallelo.

2015

-Realizzazione del Medio-metraggio, “Cittadini del Nulla”, vincitore del

Premio Mutti, Mostra della Cinema di Venezia.

2014

-Insegnante di regia nel workshop “Città Visibili” organizzato da Sociocinema in collaborazione con il Gioco degli Specchi.

-Co-regista, assieme a Soheila Mohebi del documentario”Morte Moderna”,

prodotto da Filmwork-Trento.

2013-2014

-Co-regista, insieme di Soheila Mohebi del secondo episodio del

documentario “Afghanistan 2014-dettaglio”, prodotto da Filmwork-Trento.

-Insegnante del corso del regia, organizzato del Gioco degli Specchi e

sostenuto dal Comune di Venezia.

2012- 2013

-Insegnante di regia nel corso per studenti della facoltà di sociologia.

2011-2012

-Co-regista, assieme a Soheila Mohebi del primo episodio del

documentario “Afghanistan 2014-campo lungo”, prodotto da Filmwork-Trento.

2009-2010

-Insegnante del corso di regia presso Teatro spazio 14

2010

-Scrive la sceneggiatura del film “Sangue del pomodoro “ tra 2 finalisti del

Premio Gianandrea Mutti

2010

-Dirige il lungometraggio “GRIDAMI “(MELA, MELOGRANO,BLU), selezionato

per la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2010 sezione Città

invisibile.

-Realizza “Immigrazione e problema di lavoro” prodotto da Cinformi

(Centro informativo per l’immigrazione della Provincia Autonoma di Trento)

2010

-Realizzazione di una serie di 8 cortometraggi per la scuola primaria Degaspari

2009-2010

-Insegnante di regia di Teatrincorso presso Spazio 14 con la collaborazione di Format. Realizzazione di 4 cortometraggi

2009

-Dirige il mediometraggio “Reame del Nulla”, selezionato per la Mostra

Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia sezione Città invisibile 2009.

-Realizza “Immigrazione e problema di casa” per il Cinformi (Centro informativo per l’immigrazione della

Provincia Autonoma di Trento)

2008

-Insegnanti di Regia di Teatrincorso presso Spazio 14 con collaborazione di Format

-Insieme a Soheila Mohebi codirige il cortometraggio “Carceri “ per il Forum trentino per la pace e Il Gioco degli specchi, a Trento.

-Insieme a Soheila Mohebi codirige un breve documentario sugli antichi

mestieri della Vallarsa (Trento).

-Insieme a Soheila Mohebi scrive sceneggiatura per un film a soggetto

intitolato “Prison”.

-Insieme a Soheila Mohebi scrive sceneggiatura per un film a soggetto

intitolato “Monologo”.

-cura il montaggio del documentario “Sound of Senegal” per la comunità

senegalese della città di Trento.

-Realizzazione del cortometraggio “Smart house “ per  l’università di Trento

-Insieme a Soheila Mohebi è protagonista del breve documentario “Solo

silenzio” diretto da Massimo Manincor, Sara Perugini e Luigi Tonezzer nell’ambito del

workshop “Make! your story” organizzato dalla Cooperativa Kinè in collaborazione con

ZeLIG Scuola di Documentario di Bolzano e Format-Centro Audiovisivi della

Provincia Autonoma di Trento.

 

Esperienze in Afghanistan (2001-2007)

2007

-E’ assistente per il casting del film a soggetto di produzione francese “Il

bambino di Kabul” per la regia di Barmak Akram.

-Dirige servizi (2:30 min) e reportage (13 min e 26 min) per la Televisione

francese (ARTE, FRANCE24, TF1)

-Produce il cortometraggio “Treasure in the ruins”.

-Produce il cortometraggio “The voice of the city”.

2006

-Dirige documentario di 60 minuti sullo sport in Afghanistan prodotto dalla

commissione nazionale olimpica del paese.

-Dirige clip di 10 minuti sullo sport in Afghanistan prodotto dalla

commissione nazionale olimpica del paese.

2005

-Dirige documentario pedagogico in tre episodi three per la Cooperazione

francese in collaborazione con il Ministero dell’Agricoltura afgano.

-E’ assistente alla regia del film a soggetto francese, diretto da Christophe de

Pont phil.

-Dirige il voice-over di dieci film per l’Istituto culturale francese a Kabul.

2004

-Dirige il breve film pedagogico “Little rug weaver” prodotto da USAID.

-Dirige un reportage in tre episodi sulla condizione dell’agricoltura in

Afghanistan.

-Conduce una ricerca sulla letteratura orale in Afghanistan.

-Produce il documentario “Dance on sick land” sulla condizione delle vedove a

Kabul.

-La sua sceneggiatura “Bracelet seller” viene selezionata tra 70 candidature da

tutto il mondo al Festival des 3 Continente a Nantes in Francia.

-Il suo cortometraggio “Kite” viene proiettato al Festival des 3 Continents di

Nantes in Francia.

-Viene selezionato come membro della Commissione afghana di filmmaker.

2003

-Dirige il cortometraggio “Le puit” sul tema dei diritti umani.

-E’ assistente alla regia per il film a soggetto “Earth and ashes” diretto dal

regista franco-afghano Atiqe Rahimi (selezione ufficiale Un Certain Regard al

Festival di Cannes 2003).

-E’ assistente alla regia nel film a soggetto “Piccoli ladri” diretto dalla regista

iraniana Marzie Meshkini nell’Afghanistan post-talebani.

-Il suo cortometraggio “Kite” partecipa al Festival di Berlino.

2002

-Dirige il cortometraggio “Kite”, selezionato per diversi festival internazionali

(Locarno, Berlino, Pusan…).

-E’ assistente alla regia per il film a soggetto “Osama” diretto dal regista

Afghano Barmak (vincitore del Golden Globe 2002 come miglior film straniero e della

Camera d’or al Festival di Cannes 2003).

-E’ coordinatore e docente di un workshop cinematografico per gli studenti dell’

Università di Kabul.

-Tiene un corso di pittura per adolescenti promosso da ASEM.

-E’ attore nel ruolo del Poeta nel film a soggetto “Alle cinque della sera”

diretto dalla regista iraniana Samira Makhmalbaf (premio della giuria al Festival di

Cannes 2003).

 

Esperienze in Iran (1998-2001)

-Dirige il cortometraggio “Through the sky” prodotto da Ravaiat Fath.

-È assistente alla regia per 12 episodi di una serie prodotta dalla Televisione Iraniana.

-È assistente alla regia per numerosi episodi di “Small Asia” prodotti da Revaiat Fath.

-È attore nel cortometraggio “Khake pook” diretto dal regista iraniano Hassan

Ghena’t.

-Partecipa con i suoi quadri a diverse esposizioni collettive di pittura.

 

Studi:

2012

Iscritto presso l’Università di Sociologia di Trento

2004

Partecipa al corso sulla produzione cinematografica “Produire au sud” a

Nantes (Francia).

1998-2001

Frequenta l’Università di Cinema di Tehran (Iran).

1988-1998

Frequenta l’Università di Teologia a Ghom (Iran).

 

 

Link Correlati:

https://it.wikipedia.org/wiki/Razi_Mohebi

http://www.imdb.com/name/nm1380989/

https://razifilmhouse.wordpress.com/

 

 

Contatti:

razimohebi@hotmail.com”

mobile: 0039 349 70 33 311

 

 

 

1441251_10202069797723271_464664424_n

2017

-Membro della giuria del Film Festival “Visioni Italiane” a cura della Cineteca di Bologna, sezione “Un altro da me”.

2016

-Vincitrice del Premio Mutti-AMM  per la  miglior sceneggiatura “Una casa sulle nuvole” consegnato alla 73esima Mostra del Cinema di Venezia.

-Proiezione del film “Cittadini del nulla” e del documentario“Afghanistan 2014- Dettaglio” all’interno del Film Festival-Cracovia, Polonia.

-Proiezione del film “Cittadini del nulla” nell’ ambito del festival “Sguardi altri” nelle città di Roma e Bologna

-Insegnante di regia nel workshop “Un altro sguardo” organizzato da Sociocinema in collaborazione con il Gioco degli Specchi e Associazione 46° parallelo.

 

2015

-Proiezione del cortometraggio “Cittadini del mondo ” finanziato dalla provincia autonoma di Trento, nell’ ambito del progetto europeo “Global School”, in anteprima all’Expo di Milano.

-Proiezione del film “Cittadini del Nulla” alla 72esima Mostra del Cinema di Venezia, nell’ambito del Premio Città di Venezia.

-Proiezione del film “Cittadini del Nulla” presso la Cineteca di Bologna all’interno del festival

Visioni Italiane.

2014

-Riceve il riconoscimento Best Documentary film per  “Afghanistan 2014-Dettaglio” all’interno del Kazan International Film Festival, Tataristan, Russia.

– Ottiene il premio Mutti  per la miglior sceneggiatura al Film Festival di Venezia

-Insegnante di regia nel workshop “Città Visibili” organizzato da Sociocinema in collaborazione con il Gioco degli Specchi.

 

2013-2014

-Codirige assieme a Razi Mohebi il secondo episodio del documentario “Afghanistan 2014-Dettaglio” prodotto da Filmwork Trento

 

2012-2011

-Codirige assieme a Razi Mohebi il primo episodio del documentario “Afghanistan 2014-Campo lungo” prodotto da Filmwork Trento

-Organizza il workshop pratico e teorico di video narrativa.

2009 – 2010

Assistente alla regia di “GRIDAMI” (mela, melograno, blu) selezionato dal Film Festival di Venezia 2010 sezione Città invisibile.

-Realizza “Immigrazione e problema di lavoro” prodotto da Cinformi

(Centro informativo per l’immigrazione della Provincia Autonoma di Trento)

2010

-Realizzazione di una serie di 8 cortometraggi per la scuola primaria Degaspari

2009-2010

Insegnante di regia di Teatrincorso presso Spazio 14 con la collaborazione di Format. Realizzazione di 4 cortometraggi

2009

-Assistente alla regia del mediometraggio “Reame del Nulla”, selezionato per la Mostra

Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia sezione Città invisibile 2009.

-Realizza “Immigrazione e problema di casa” per il Cinformi (Centro informativo per l’immigrazione della Provincia Autonoma di Trento)

2008

Insegnante di Regia di Teatrincorso presso Spazio 14 con collaborazione di Format

-Codirige insieme a Razi Mohebi il cortometraggio “Carceri “ per il Forum trentino per la pace e Il Gioco degli specchi, a Trento.

-Codirige insieme a Razi Mohebi un breve documentario sugli antichi

mestieri della Vallarsa (Trento).

-Scrive insieme a Razi Mohebi la sceneggiatura per un film a soggetto intitolato “Prison”.

-Scrive insieme a  Razi Mohebi la sceneggiatura per un film a soggetto

intitolato “Monologo”.

-E’ protagonista insieme a Razi Mohebi del breve documentario “Solo

silenzio” diretto da Massimo Manincor, Sara Perugini e Luigi Tonezzer nell’ambito del

workshop “Make! your story” organizzato dalla Cooperativa Kinè in collaborazione con

ZeLIG Scuola di Documentario di Bolzano e Format-Centro Audiovisivi della

Provincia Autonoma di Trento.

 

 

 

 

Esperienze in Afghanistan (2001-2007)

2007

-Dirige servizi (2:30 min) e reportage (13 min e 26 min) per la Televisione

francese (ARTE, FRANCE24, TF1)

2006

-Assistente alla regia  di un documentario sullo sport in Afghanistan prodotto dalla

commissione nazionale olimpica del paese.

2004

-Conduce una ricerca sulla letteratura orale in Afghanistan.

-Dirige il documentario “Dance on sick land” sulla condizione delle vedove a

Kabul.

2003

-E’ secondo assistente alla regia per il film a soggetto “Earth and ashes” diretto dal

regista franco-afghano Atiqe Rahimi (selezione ufficiale Un Certain Regard al

Festival di Cannes 2003).

 

Contatti:

soheila.javaheri@gmail.com

Un pensiero riguardo “Chi Siamo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...